Nicolò Bistocchi

Nato a Ferno, il paesino più inquinato d’Italia, tra un paio di parchetti, qualche booster elaborato e un sacco di monumenti degli alpini, nonchè vicino alla pensione della malavita di tutto il nord, si è avvicinato alla musica la prima volta che ha sentito la banda suonare in comune. Il suo gusto ha preso una piega strana intorno ai 17 anni, quando ha iniziato a preferire la cassa dritta al flauto traverso e le fabbriche dismesse di Detroit al cappellino con la piuma. Disoccupato di professione, oggi si aggira tra i locali meno raccomandabili della zona con la sua aria da erede di Dj Aniceto. Occasionalmente si dedica alla musica elettronica, ma solo quando non pensa a quanto farebbe comodo un lavoro normale. Ogni tanto è ironico.


DJ

Comments are closed.