Mellon Collie and the Infinite Sadness esce nell’ottobre del 1995.


Il doppio album della band di Billy Corgan è diventato il simbolo e anche l’apice della loro intera carriera.

Le immagini associate ad esso sono diventate un must come i costumi di epoca vittoriana nel video Tonight Tonight, la testa rasata del cantante o la sua t-shirt nera con la scritta Zero.

La copertina scelta per il disco rappresenta una bellezza vittoriana, visibilmente malinconica e intimorita dall’infinità dello spazio, ma chi è? E che cosa sta facendo con le mani?

 

Il creatore dell’artwork è John Craig, illustratore di Pittsburgh che, in stretta collaborazione con Corgan e attraverso un ricercato lavoro di collage, alla fine ha dato vita all’intero booklet.

Quando Jonh e Corgan si incontrarono, l’artista non aveva mai sentito parlare degli Smashing Pumpkins.

Craig per quarant’anni aveva lavorato come freelance nell’illustrazione commerciale per riviste quali il Time, Newsweek ed Esquire, a parte il triennio dal 1967 e il 1970 in cui invece è stato Art Director per la Mercury Records.

Il suo stile è indistinguibile, l’artista colleziona immagini retrò in attesa dell’occasione giusta per usarle nei suoi collage.

Li mise in contatto l’Art Director Frank Olinsky, che stava lavorando con la band a quello che sarebbe diventato l’intero pacchetto Mellon Collie. Billy e il suo team sentivano che le proposte arrivate fino a quel momento non erano giuste per quel doppio album, Corgan stava cercando qualcuno che trasformasse i suoi schizzi di Mellon Collie in un artwork in stile vittoriano.

Era fatta.

L’immagine è ingannevolmente semplice. La donna infatti è frutto di due figure appartenenti a dipinti separati e manipolati fino a far combaciare forme e dimensioni: la testa è stata acquistata da un dipinto del 18° secolo di Jean-Baptiste, “La fedeltà”; il corpo invece è stato preso in prestito da Raffaello, “S. Caterina d’Alessandria”. La stella su cui svetta proviene dalla pubblicitĂ  di un whisky, e invece lo sfondo da un’enciclopedia per bambini.

S. Caterina d’Alessandria – Raffaello
La fedeltĂ , Jean-Baptiste.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le altre illustrazioni che non furono scelte per l’immagine di copertina, compaiono comunque nelle pagine interne del bootleg e nel retro-copertina.

Nel 2012, in occasione della pubblicazione dell’edizione deluxe dell’album, Craig realizzò una nuova copertina partendo da quella originale e presentando altri elementi nel paesaggio.

Assieme al precedente Siamese Dream, Mellon Collie and the Infinite Sadness è considerato dalla critica uno dei capolavori della band, nonchÊ tra i dischi piÚ importanti usciti in ambito rock negli anni novanta.

Ad oltre 20 anni dalla pubblicazione il disco ha venduto oltre 10 milioni di copie nei soli Stati Uniti.

 


Scritto da:

Stefania Lopriore

Load More Related Articles
  • Brand New: Six Impossible Things

    I Six Impossible Things sono Nicole e Lorenzo e suonano insieme dal 2014. Il duo in brevis…
  • Brand New: BNQT

    I BNQT (ovvero “Banquet”) sono un supergruppo “indie”. La band nasce da un’idea di Eric Pu…
  • Brand New: Adam Kills Eve

    Gli Adam Kills Eve sono una band di Firenze che dal 2006 mescola sonoritĂ  screamo/rock e p…
Load More By rayradio
  • May – An Harbor

    May è uscito il 30 settembre del 2016, per la Tic Records. Si tratta del primo disco da so…
  • Stoney Vere – Pedestrians CH

    Stoney Vere è il secondo EP dei Pedestrians CH, band reggae/ ska Svizzera che sta riscuote…
  • Strange Days – The Doors

    The Doors. Strange Days. 1967. Probabilmente ispirati dai circo dramma di Fellini del 1954…
Load More In Copertine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *